Dedicato a Mozart

18/11/2017
21,00
Sala Consiliare Orazio Barbieri
Mozart, Concerto in sol maggiore k 313 per flauto e orchestra 
Mozart, EinekleineNachtmusik per orchestra d'archi     
Mozart, Andante in do maggiore per flauto e orchestra,

Flauto solista Matteo Romoli 
Alan Freiles nato a Firenze nel 1976, ha diretto fino ad oggi circa 250 esibizioni nel repertorio sinfonico e lirico, collaborando con artisti quali Dimitra Theodossiou, Alberto Gazale, Flavio Cucchi, Sarah M’Punga, Susanna Rigacci.
Recentemente ha inciso in prima mondiale i due concerti per violino e orchestra di Gaetano Pugnani per la TACTUS.
Nel repertorio lirico ha diretto diverse produzioni complete di:
Bohème (alcune recite con la regia di Rolando Panerai),Cavalleria rusticana, Don Giovanni, Don Pasquale, Rigoletto, Traviata, Madama Butterfly,  Turandot, Elisir d’amore, Un ballo in maschera, Pagliacci, Barbiere di Siviglia, Aida, Nabucco, Trovatore, Tosca (tra cui una recita nel Salone dei ‘500 a Firenze, alla presenza del Presidente del Senato della Repubblica italiana Pietro Grasso). 
Finalista nella XVI edizione del concorso di direzione d’orchestra  Franco Capuana”, svoltosi a Spoleto (ottobre 2009), ha partecipato a vari concorsi lirici in qualità di giurato: I Concorso lirico internazionale  Luigi Illica (insieme a personalità come Ines Salazar e Rolando Panerai), quattro edizioni del Concorso lirico O.M.E.G.A.  presieduti: nel 2013 da Giovanna Lomazzi (vicepresidente e responsabile casting As.Li.Co) , nel 2014 dal mezzosoprano Bruna Baglioni, nel 2015 da Francesco Ernani (già sovrintendente delle più importanti istituzioni teatrali italiane), nel 2015 da Rolando Panerai.
Ha diretto in vari teatri internazionali e per ultimo nell’ Auditorium “Shalkymá” di Karaganda (Kazakistan), con un programma che comprendeva  la Sinfonia n.9 di Dvorak e il concerto per pianoforte  di Ravel.
Dopo gli studi di composizione con Gaetano Giani-Luporini e Marco Gemmani  si diploma in direzione d’orchestra con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Venezia, sotto la guida di Michael Summers: in questa occasione discute una tesi di laurea sul compositore, direttore d’orchestra e maestro di canto Luciano Bettarini (presso il Centro di Avviamento al Teatro Lirico di Firenze studiarono con lui, fra gli altri: Franco Corelli, Giuseppe Taddei, Ferruccio Tagliavini, Ettore Bastianini, del quale scopre il vero timbro baritonale dopo il suo esordio da basso). Del maestro pratese Freiles studia in particolare la produzione di liriche e romanze, eseguendo in prima assoluta alcune composizioni inedite per voce, arpa e archi.
Consegue il diploma di didattica della musica e di violino al Conservatorio di Firenze sotto la guida di Stefano Michelucci.
Laureato  in lettere all’Università di Firenze con una tesi in drammaturgia musicale basata sulla riscoperta e ricostruzione dei repertori dei teatri fiorentini, in particolare del Teatro Verdi, ex-Teatro Pagliano (relatrice: Fiamma Nicolodi).
Ha seguito diverse masterclass di direzione d’orchestra con i maestri: Julius Kalmar (docente presso le Accademie di Vienna e di Amburgo), Giorgio Proietti, Aldo Ceccato, Fabio Maestri, Piero Bellugi, Marco Balderi.
Dal 2009 al 2013 è stato maestro di cappella del Duomo di Prato: in questi anni ha eseguito inedite versioni per coro e orchestra di molte composizioni di Perosi ed è stato più volte invitato  nella Chiesa di S.Maria Maggiore a Roma  dal m.o Valentino MiserachsGrau, ex-Preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma. Recentemente ha diretto alcuni concerti nell’ambito della rassegna “Il Settecento musicale lucchese”, proponendo tra l’altro prime esecuzioni moderne di composizioni sacre di Giacomo Puccini senior, di cui continua la riscoperta insieme al M.o Silvano Pieruccini.
Nel repertorio strumentale ha diretto composizioni di Bach, Bartòk, Beethoven, Bellini, Bizet, Boccherini, Brahms, Britten, Ciaikovskij, Chopin, Corelli, Dvorak, Elgar, Faurè, Gounod, Grieg, Haendel, Haydn, Mascagni, Massenet, Mendelssohn, Miserachs, Mozart, Offenbach,Prokofiev, Part, Portera, Picchioni,  Pieruccini, Ravel, Rigacci, Rossini, Rodrigo, Satie, Schönberg, Sibelius, Suppè,  J. Strauss, Stravinskij, Vivaldi, Wagner.
Ha promosso per conto dell’IRASE Nazionale numerosi progetti musicali per le scuole primarie, secondarie e Università.
È stato direttore artistico fino al 2013 dell’Associazione O.M.E.G.A. di Firenze, presieduta fino allo stesso anno da Cesare Orselli: in seno a questa associazione  ha fondato l’Orchestra “Nuova Europa”. Le regia degli spettacoli lirici di questa associazione è stata curata finora da artisti come Gabriella Ravazzi, Alberto Paloscia, Vivien Hewitt, Rolando Panerai, Maria Elena Mexìa e Guia Farinelli Mascagni.
Come Direttore Artistico dell’associazione O.M.E.G.A. si segnalano la direzione artistica di stagioni di concerti sinfonici, cameristici e lirici presso l’Auditorium S.Stefano al Ponte Vecchio di Firenze, il Teatro Moderno di Agliana e la Chiesa S. Flippo Neri di Firenze, dove si sono alternati complessi e solisti di elevata qualità come l’MDI Ensemble, il chitarrista Flavio Cucchi, il soprano Susanna Rigacci, i pianisti Stefano Bizziccheri e Giuseppe Tavanti, il violinista Massimo Nesi, concerti che hanno ottenuto un notevole riscontro di pubblico ed un elevato consenso di critica. Sono state ivi eseguite anche diverse composizioni in prima esecuzione assoluta (rappresentazioni liriche e concerti dell’associazione O.M.E.G.A. sono frequentemente recensite e riprese dalla stampa nazionale e dalla Rai).
Dal 2013 dà  vita e presiede la Fondazione culturale “Nuove Assonanze”: in seno a questa Fondazione nasce l’omonima Orchestra che si sta specializzando nel repertorio sacro e strumentale settecentesco, formata da giovani professori d’orchestra affiancati da solisti di prestigio: essa ha prevalentemente un impianto di orchestra da camera e ha collaborato con direttori  quali Massimiliano Stefanelli e Massimo Scapin. Dirigendo questa compagine Freiles si è esibito nell’ Auditorium S.Romano di Lucca, con un concerto dedicato alla memoria di Puccini nell’89° anniversario del giorno della sua morte.
 
 
Matteo Romoli diplomato in flauto, è laureato in lettere, in didattica dello strumento e in musica da camera con lode. Si è perfezionato con i Maestri M. Marasco, D. Milozzi e J. Bàlint (Diploma Triennale presso l’Accademia di Imola). Ha frequentato le masterclasses dei Maestri E. Pahud, G. Pretto, D. Formisano, G. Cambursano e S. Vella. Ha tenuto concerti in formazioni cameristiche, orchestrali lirico-sinfoniche e come solista con orchestra in Italia e all’estero (Spagna, Francia, Slovenia, Ungheria, Polonia e Norvegia) e ha suonato per prestigiose associazioni e in importanti sale e festivals come Festival delle Nazioni, Festival Internazionale Lago d’Orta, Toscana Classica, Suoni e colori in Toscana, Weekend del Flauto, Il Genio Fiorentino, Estate Musicale Frentana, Il Settecento Musicale a Lucca e Settimana Mozartiana sotto l’egida del Mozarteum di Salisburgo. Ha ottenuto borse di studio e diplomi d’onore ed è stato premiato in molti concorsi nazionali solistici e di musica da camera. Ha fatto parte come Primo Flauto dell’Orchestra Nazionale AIdSM (Associazione Italiana delle Scuole di Musica) e dell’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile “F. Fenaroli” di Lanciano. Ha collaborato e collabora con le seguenti orchestre: DIMI di Roma, Crunch di Bologna (strumentisti Teatro Comunale di Bologna), OperaFestival (con elementi del Maggio Musicale Fiorentino), Florence Symphonietta, TuscanChamber Orchestra, Orchestra del Carmine e GAMS di Firenze e Sinfonica di Massa e Carrara. È stato diretto dai Maestri N. Samale, A. Sangiorgi, G. Reggioli, B. Rigacci, M. Angius, M. Beltrami, M. Stefanelli, R. Gianola, S. Burbi, A. Martinolli D’Arcy, A. Freiles, A. Savia, M. Galeati,  F. Da Ros, M. Scapin, A. Nikonov, E. de CarvalhoRibeiro, A. Yanagisawa, R. Serio, D. Basso e L. De Amicis. Suona come Primo Flauto nell’Orchestra Fondazione Nuove Assonanze di Prato, nell’Orchestra Nuova Europa e nell’Orchestra dei Filarmonici di Firenze. Ha collaborato all’esecuzione in prima assoluta di “Studi per l’intonazione del mare” di S. Sciarrino. Ha inciso per Stradivarius e The AchordPictures e registrato in diretta per Rai Radio3 e Sky. Ha insegnato presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni” di Livorno. È docente di flauto presso il Liceo Musicale “Rodari” di Prato.
 

Acquista Biglietti

Compila i campi e seleziona la quantità di biglietti/posti che desideri prenotare accando alle/alla opzione desiderata. Si accettano pagamenti solo con valuta EURO


Seleziona le opzioni desiderate fra quelle disponibili

Ridotto soci OMEGA under 25, over 65 · € 7.00/uno
Quantità

Intero · € 10.00/uno
Quantità

Contattaci

Autorizzo il trattamento e la comunicazione dei dati personali ai sensi del d.lgs. 196/2003 in vigore dal 01.01.2004.
I agree to the treatment of my personal data for any reason connected with the associazione o.m.e.g.a.